Psicofarmaci



Gli Psicofarmaci (o Farmaci Psicotropi) sono una specifica classe di farmaci che agiscono, attraverso specifiche molecole chimiche e con diverse modalità, sui meccanismi e sulle strutture del Sistema Nervoso Centrale.

Gli psicofarmaci  non possono essere somministrati ai pazienti dagli Psicologi

Gli psicofarmaci sono sostanze in grado di arrivare fino alle parti interne del cervello, interagendo con certi recettori nervosi ed influenzando così i meccanismi neuropsicologici ed i livelli dei Neurotrasmettitori presenti nell'apparato neuropsichico. In tal modo gli Psicofarmaci, al pari di altre sostanze psicoattive, possono modificare in senso positivo l'intensità e la frequenza di ansia, flessione dell'umore, agitazione, paura, nervosismo, euforia, impulsività, mania, etc., così come agevolare il rallentamento dei processi cognitivi (ad esempio di pensiero) e la normalizzazione di ritmi, bisogni e percezioni psicobiologiche (es. sonno, fame, stanchezza, etc.). In tal modo essi si dimostrano utili nel contrastare vari sintomi di molteplici disturbi psicologici, anche se il loro utilizzo comporta alcune volte effetti collaterali, come ad esempio dipendenza psicologica e fisica. Come detto gli Psicofarmaci agiscono chimicamente sul sintomo, ma non su ulteriori aspetti della psicopatologia come ad esempio dinamiche emotive, ricordi, schemi mentali e/o di atteggiamento, rapporti interpersonali, familiari, affettivi, etc. Da soli aiutano ad attutire e tamponare i sintomi della psicopatologia, ma non riescono a fornire un beneficio sui suddetti aspetti psichici. Risulta allora evidente che per riuscire a supportare al meglio il disagio mentale occorre integrare al farmaco un aiuto di tipo psicologico. In altri casi nei quali il disagio psicologico non è marcato, gli psicofarmaci non sono necessari mentre diventa fondamentale essere seguiti da uno Psicologo. 
Negli ultimi anni sono stati  scoperti psicofarmaci con maggiore specificità di azione e meno effetti secondari, definiti per questo di seconda generazione (ne sono un esempio gli antidepressivi SSRI, ovvero inibitori della ricaptazione della Serotonina), anche se permangono per molti di essi certe dinamiche collaterali e possibili sintomi e conseguenze tipiche dell'abuso e della dipendenza da sostanze. Recentemente si sta infatti sempre più diffondendo il preoccupante eccessivo utilizzo di psicofarmaci a scopo ricreazionale e non terapeutico. Chiaramente ciò avviene senza controllo medico e mediante canali illeciti, rendendo di fatto ancor più dannoso e pericoloso tale consumo. Non vi sono allora confini e prescrizioni quantitative e l'abuso porta ben presto a dinamiche di Craving, Tolleranza ed Astinenza, ovvero ad una vera e propria Dipendenza da sostanze, proprio come nel caso di altre molecole psicoattive (come ad esempio Alcol, Cocaina, Eroina, Nicotina, Cannabis, Allucinogeni, Amfetamine, Caffeina, Steroidi Anabolizzanti, Antidolorifici, Smart drugs, etc.). Quanto detto fa capire la necessità e l'obbligatorietà di assumere tale categoria farmaceutica solo e soltanto sotto stretto controllo medico. In specifico esistono diverse tipologie di Psicofarmaci a seconda dei sintomi psicologici che essi stessi vanno ad alleviare e/o reprimere:
Gli Ansioltici (o Tranquillanti o Sedativi o Calmanti)
(come ad esempio: Aliseum, Anseren, Ansiolin, Anxiolit, Atarax, Axoren, Buspar, Buspimen, Compendium, Control, En, Dalmadorm, Demetrin, Depas, Diazemuls, Domar, Dorom, Eridan, Felison, Frisium, Frontal, Halcion, Lexotan, Lexotanil, Librium, Limbial, Lorans, Lubalix, Mialin, Minias, Nirvanil, Noan, Nottem, Oblivon, Oxapam, Pasaden, Paxipam, Prazene, Psicofar, Quait, Quanil, Quilibrex, Rivotril, Rizen, Rliberan, Roipnol, Seren Vita, Seresta, Serpax, Solatran, Stilnox, Tavor, Temesta, Tienor, Tranquirit, Transene, Tranxilium, Trepidan, Urbanyl, Valeans, Valium, Vatran, Vegesan, Xanax, etc.)

Gli Antidepressivi
(come ad esempio: Antidepressivi triciclici (ADT): Adapin, Adepril, Alimit, Anafranil, Concordil, Deanxit, Diapatol, Dominans, Evadene, Laroxyl, Limbitryl, Ludiomil, Mutabon, Noritren, Nortimil, Protiaden, Sedans, Sinquan, Surmontil, Tofranil, Tryptizol, Vivactil, Vividyl, etc. Antidepressivi I-MAO: Aurorix, Marplan, Nardil, Parmadolin, Parnate, etc.
Antidepressivi di nuova generazione (SSRI): Cipralex, Citalopram, Daparox, Deroxat, Dumirox, Efexor, Elopram, Entact, Eutimil, Fevarin, Floxyfral, Fluctine, Fluoxeren, Fluoxetina, Gladem, Maveral, Paroxetina, Prozac, Serad, Sereupin, Seropram, Seroxat, Tatig, Zoloft, etc. Altri antidepressivi: Asendin, Cantanon, Edronax (SNRI), Efexor (SSNRI), Davedax (SNRI), Dixeran, Faxine (SSNRI), Gamonil, Insidon, Lantanon, Maneon, Mirtazapina (SNRI), Nortrilen, Noveril, Pertofran, Quilonorm, Remeron (SNRI), Reseril, Saroten, Survector, Tolvon, Tonerg, Tript-OH, Trittico, Umoril, Versalium, Vicilan, Wellbrutin, etc.) I Neurolettici (o Antipsicotici) (come ad esempio: Abilify, Aloperidolo, Anatensol, Bartonil, Belivon, Bioperidolo, Championyl, Clopixol, Clopixol Depot, Clorpromazina, Compazine, Confidan, Daparox, Dapotum, Deniban, Dipiperon, Distraneurin, Dobren, Dogmatil, Ensulid, Entumin, Equilid, Eunerpar, Fluanxol, Fluanxol Retard, Haldol, Haldol Decanoas, Imap, Isnamide, Impromen, ltalprid, Largactil, Largactil Forte, Leponex, Levopraid, Loxapac, Loxitane, Lumaten, Luxoben, Luvatren, Majeptil, Melleril, Mellerette, Moban, Modalina, Moditen, Moditen Depot, Moditen Enanthate, Navane, Neuleptil, Normun, Nozinan, Orap, Piperonil, Piportil, Prazine, Proketazina, Prozin, Psicoben, Psicoperidol, Psyquil, Quide, Quiridil, Risperdal, Sato, Sedalande, Semap, Serenase, Serentil, Sereprile, Seroquel, Sintodian, Soliad, Sordinol, Sovian, Stemetil, Sulamid, Talofen, Taractan, Tiapridal, Tindal, Tioridazina, Trilafon, Trilafon Enantato, Truxal, Veprin, Zyprexa, etc.)

Gli Stabilizzanti dell'umore
(come ad esempio: Carbolithium, Depakin, Depamag, Lithiofor, Litio, Neurontin, Priadel, Rivotril, Tegretol, etc.) I Sonniferi (o Ipnoiducenti) (come ad esempio: Aliseum, Ansiolin, Buspar, Chloradurat, Control, En, Eridan, Esilgan, Euipnos, Dalmadorm, Darkene, Diazemuls, Dormicum, Farganesse, Felison, Flunox, Frontal, Halcion, Imovane, Ivadal, Lendormin, Lexotan, Librium, Loramet, Lorans, Madar Notte, Minias, Mogadon, Nenia, Nimbisan, Niotal, Noan, Noctamid, Nopron, Normison, Nottem, Oniria, Planum, Prazene, Quazium, Rem Due, Rohypnol, Somnium, Sonata, Songar, Stilnox, Tavor, Toquilone, Tranquirit, Transene, Valdorm, Valium, Valsera, Vatran, Xanax, etc.)