Nomofobia: il cellulare tra dipendenza e attacchi di panico


Negli ultimi anni ricercatori appartenenti a differenti gruppi di ricerca si sono sempre più interessati alla relazione tra le persone e i telefoni cellulari; da questo ambito di ricerca si stanno sviluppando diverse ipotesi relative a nuove forme di psicopatologia tra le quali la Nomofobia.
Negli ultimi anni ricercatori appartenenti a differenti gruppi di ricerca, in varie parti del mondo, si sono sempre più interessati alla relazione tra le persone e i telefoni cellulari e, più in generale, gli strumenti di connessione di rete (Pc, Tablet, ecc.). 
Il termine Nomofobia è composto dal prefisso abbreviato “no-mobile” e dal suffisso “fobia” e si riferisce alla paura di rimanere fuori dal contatto di rete mobile.

Segni e Sintomi

Parliamo di Nomofobia quando una persona prova una paura sproporzionata di rimanere fuori dal contatto di rete mobile, al punto da sperimentare effetti fisici collaterali simili all’attacco di panico: mancanza di respiro, vertigini, tremori, sudorazione, battito cardiaco accelerato, dolore toracico e nausea.

Le persone affette dalla Nomofobia,  avvertono stati d’ansia quando rimangono a corto di batteria o di credito, o senza copertura di rete oppure senza il cellulare.
.

I nomofobici sarebbero quei soggetti che cercano di evitare gli stati ansiosi mettendo in atto una serie di comportamenti: mantenendo il loro credito sempre attivo, portando un caricabatterie in ogni momento, dando a familiari e amici un numero alternativo di contatto e portando sempre con sé una carta telefonica prepagata per effettuare chiamate di emergenza se il cellulare dovesse rompersi o perdersi o, ancora, se venisse rubato

Cosa fare

Si consiglia di rivolgersi ad uno psicologo se:
- riscontrate in voi i segni e i sintomi sopra descritti;
- la preoccupazione di perdere il proprio telefono è costantemente presente nella vostra mente;
- avete sperimentato un attacco di panico (oppure altri sintomi fisici che vi hanno arrecato sofferenza) in seguito alla perdita di connessione di rete (per mancanza di disponibilità del cellulare, per esaurimento della batteria, per mancanza di rete ecc.); - l’uso del cellulare o di altri dispositivi di connessione interferisce significativamente con le normali attività lavorative o familiari o sociali o di studio.